venerdì 12 giugno 2009

[...] – Credi davvero nel delitto perfetto?
– Certo, ma nei libri. Penso che saprei idearne uno meglio di chiunque altro ma dubito che riuscirei a portarlo a termine. Nei romanzi le cose vanno come l'autore vuole che vadano ma nella vita no, mai. Il mio delitto sarebbe come il mio bridge. Farei qualche stupido errore e me ne accorgerei quando mi sentissi guardato da tutti. [...]



Dial M for Murder - Alfred Hitchcock - 1954




Il delitto perfetto della mia tenera follia.
Come un nodo al filo l’intreccio della trama con l’ordito.
Sei l’alba che dischiude la sua essenza nell’aria che di musica si colma.
E un'altra volta accartoccio il giorno pensando che mi fai stare bene.

16 commenti:

  1. vedere quel dito col cerotto mi fa sorridere...penso alle nostre ferite quotidiane...un buongiorno più bello non potevo riceverlo...
    A/non anonima...ma penso che avrei potuto anche non firmare...avresti capito che sono io...

    RispondiElimina
  2. Ma quanto ti voglio bene io?
    ;)

    RispondiElimina
  3. hai dei bei numeri [anche se non fortunati] compreso quel cer8 [qualcosa s'è r8?] all'indice.

    RispondiElimina
  4. Ma forse l'8 sara' fortunato: dito tagliato contro il lunotto [L18 di numeri ce ne sono ben due ].

    RispondiElimina
  5. Per A/non anonima: ieri sono riuscita a non ferirmi. Per oggi non assicuro nulla,la giornata e' ancora lunga.
    Bacio...

    RispondiElimina
  6. e tanto se non ti fai male te...ci sono io a compensare...martellate...bici cadenti...e chi più ne ha più n metta...Kiss

    RispondiElimina
  7. Frequentarmi e' pericolosissimo,faccio danni anche a distanza.
    Devi avere una cassetta del pronto soccorso sempre a portata di mano.

    RispondiElimina
  8. Se basasse solo questo per frequentarti...la cassetta ce l'ho già...sai col mio mestiere devi sempre portarla...amo il pericolo...lo sai...sono sempre in bilico sui miei ponteggi...vuoi che mi spaventi per dei taglietti e delle cadute in bici?il gioco vale la candela...Io non me ne vado...resto...

    RispondiElimina
  9. Del cer8 all'or-dito, io me ne f8! Guido

    RispondiElimina
  10. Ma mannaggia Guido, l'or-dito e' mio!

    RispondiElimina
  11. Beh, se è così, allora piango a dir8... Sempre Guido.

    RispondiElimina
  12. -Scusi c'è r8?
    -Sì[li]c'è!

    il c'è-r8 all'or-dito indice è indice che la ferita c'è, causa sinistro all'indice destro.

    quando la fer-ita sarà ita, non cisaràr8 e resterà il dito non + fer-ito.

    RispondiElimina
  13. Ma qui servit vino e non so nulla?C. un bicchiere a me? che se fa stò effetto lo voglio pure io...
    A/non anonima

    RispondiElimina
  14. Per jdy: La ferita sotto al cer8 rimarra', o forse no. Oggi, evento, il cer8 e' stato tolto. Dito intatto, rimandero' indietro l'uncino ordinato l'altroieri.
    Mannaggia ... mi piaceva l'idea piratesca.

    RispondiElimina
  15. Per A/non anonima: qui il vino, o meglio, visto il tema "piratesco", il rum e' di casa. Ho anche un pappagallo sulla spalla.

    RispondiElimina
  16. L'importante è che tu non abbia la benda sull'occhio di vetro!!!!Ma il pappagallo si chiama Napoleone?Woof!

    RispondiElimina