lunedì 2 marzo 2009

Il Grande Dittatore - Charlie Chaplin - 1940

[..] Il silenzio è un dono universale che pochi sanno apprezzare. Forse perché non può essere comprato. I ricchi comprano rumore. L'animo umano si diletta nel silenzio della natura, che si rivela solo a chi lo cerca.[...] Charlie Chaplin

L’amore dà dipendenza: nessuno che avverta. Fra la vertigine del buio e la nausea del giorno .


9 commenti:

  1. e per guarire da una dipendenza ce ne vuole un'altra...

    RispondiElimina
  2. magari troviamo nella dipendenza la causa delle nostre azioni istintive ma allo stesso tempo volute fino in fondo...è amore cioè follia, una mescla vorticosa di razionale e irrazionale, l'eterno ritorno di icaro, mostriamo il sangue in preda al delirio dei sensi, tutto è possibile, nulla potrà fermarci mai (ahahah)

    RispondiElimina
  3. è vero che l'amore da dipendenza quanto che l'assenza d'amore genera tutte le altre dipendenze.
    il silenzio è un'assenza anch'esso, come il buio...

    RispondiElimina
  4. Carlo sarei io, Groucho :))

    RispondiElimina
  5. Per Bianca: Hai ragione..Love Addiction.

    RispondiElimina
  6. Per mau/C : se fosse sempre cosi', sarebbe una bellissima dipendenza. "...catch that buzz,
    Love is the drug that i´m thinking of,
    Oh oh, can´t you see?
    Love is the drug for me"

    RispondiElimina
  7. Per Goz : Groucho ti avevo riconosciuto comunque :)

    [communication service: di la' non funziona ancora. Libero mi banna cosi' ]

    RispondiElimina
  8. "Scrivevo silenzi, notti, notavo l'inesprimibile, fissavo vertigini" [Rimbaud]

    non essendo innamorato
    sono indipendente
    o non posso comprendere
    cosa vuol dire dipendenza dall'ammore
    un tempo fui innamorato, forse
    "ma è stato tanto tempo fa
    e adesso non so più nulla di lei,
    che era tutto per me
    ma tutto passa" (B. Brecht).
    Invoco il diritto di non ricordare.

    RispondiElimina
  9. A volte non serve essere innamorati per capire l'ammore. Sono sensazioni, come dice Rimbaud, "fissare le vertigini". Questo e' esattamente il senso.
    Ri-sottoscrivo il diritto di non ricordare.

    RispondiElimina